Partecipazione, autogestione, cooperazione. Un negozio (supermercato) che prevede la collaborazione fattiva di produttori e consumatori uniti da visione e progetti comuni, dove il cibo non rappresenta lo strumento per generare profitti, ma il mezzo per garantire da un lato la sostenibilità economica alle piccole aziende agricole e dall'altro prodotti di qualità a un giusto prezzo per i consumatori. Venerdì 5 luglio alle 20, in via Birago a Perugia, presso la libreria POPUP si terrà il primo di una serie di incontri di presentazione e co-progettazione della prima food coop dell'Umbria.

Alle 20 le associazioni promotrici dell'iniziativa (C.A.P. 06124, CIA Umbria, MenteGlocale, Coscienza Verde) illustreranno ai residenti e a tutti i portatori di interesse gli assi portanti della nuova impresa. Intervengono la professoressa Bianca Maria Torquati, Dipartimento di Scienze Agrarie, alimentari ed ambientali dell'Università degli studi di Perugia e Matteo Bartolini, presidente CIA Umbria, Confederazione italiana agricoltori dell'Umbria, partner del progetto.

Il supermercato collaborativo è un modello basato sulla cooperazione degli attori coinvolti che punta allo sviluppo di una filiera capace di rispondere ai bisogni di tutti i portatori di interesse. Il processo messo in moto a Perugia porterà alla costituzione di una cooperativa sociale che in prima battuta aprirà e gestirà un alimentari in via Birago.
Per la futura cooperativa, dunque, l'agricoltura e la vendita di prodotti alimentari rappresentano il mezzo per contribuire in maniera fattiva alla costruzione e alla promozione di una città sostenibile, alla creazione di spazi partecipati e di comunità aperte, inclusive e plurali, all'empowerment sociale e all'interesse generale. Come detto, si tratta di un modello che prevede la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti, e in particolare dei consumatori, che avranno la possibilità di contribuire alle scelte di impresa e partecipare attivamente, con lavoro volontario, ottenendo dei vantaggi in termini di prezzi e servizi.

L'iniziativa, che nasce in continuità con l'esperienza da 4 anni del G.A.S. di via Birago, ha visto un lavoro tecnico e scientifico da parte del Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali dell'Università degli Studi di Perugia e di CIA Umbria sia per l'analisi che per la messa a terra di modelli di filiere agroalimentari alternative. In questo momento il gruppo di lavoro sta partecipando a Coopstartup, iniziativa di Legacoop Umbria che ha l'obiettivo di accompagnare lo sviluppo di idee imprenditoriali innovative proposte da cooperative o compagini che stanno per realizzare una cooperativa.

Come Cia Umbria vogliamo sin da subito metterci a disposizione di altre realtà territoriali per far nascere e supportare iniziative simili a Perugia e in Umbria. Ecco perché ci rivolgiamo ai nostri associati invitandoli a questo importante primo incontro per conoscere l'idea intorno a cui Cia Umbria sta lavorando nel prossimo futuro per dare vita ad un modello unico per la città di Perugia, sull'esempio di supermercati collaborativi già attivi in altre regioni italiane e che presentano risultati in crescita, sia da un punto di vista dell'interesse generale di consumatori e aziende, sia dal punto di vista del fatturato.

Per info Segreteria Cia Umbria 075 7971056

CHI SIAMO

STORIA DELLA CIA

  • Dalla CIC alla CIA
    Dalla CIC alla CIA Il 22 dicembre 1977 nasce la Confederazione Italiana Coltivatori, dall’unione di 3 organizzazioni agricole: Alleanza Nazionale dei Contadini, Federmezzadri-CGIL e Unione Coltivatori Italiani. Questo processo di unione si è concretizzato…
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di terze parti. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di profilazione. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Cliccando il bottone Ho capito, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali
Maggiori informazioni Ho capito