Il PSR Umbria 2014-2020, con la sottomisura 16.2.1 mira a sostenere progetti pilota e lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie realizzati da Reti o Poli di nuova costituzione.

La CIA UMBRIA SERVIZI all'impresa partecipa al progetto:

"OMEGA - MODELLI ORGANIZZATIVI PER L'EFFICIENZA DELLE AZIENDE AGRICOLE UMBRE"

Che risponde agli obiettivi della Focus Area 2 A "Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l'ammodernamento delle aziende agricole, in particolare per aumentare la quota di mercato e l'orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività"Il Progetto nasce dall'idea che, per il raggiungimento delle finalità della Focus Area 2A, occorra introdurre una serie di modelli riguardanti diverse attività sostanziali delle aziende agricole umbre, quali la gestione organizzativa, energetica, fitosanitaria e quella di importanti coltivazioni regionali e dei loro prodotti, come l'olivo e l'olio.

Il tutto in un'ottica di sinergia e complementarietà e con un unico concetto generale alla base del progetto che contraddistingue tutti i modelli proposti: miglioramento delle prestazioni economiche/ammodernamento delle strutture e, allo stesso tempo, aumento della sostenibilità ambientale delle attività svolte e forte trasferibilità dei modelli proposti a tutte le aziende umbre.

Il progetto prevede la cooperazione, attuata attraverso una Rete/Polo, di imprese agricole, agroalimentari e collegate, molto significative e rappresentative della realtà umbra, ed eccellenti centri di ricerca ed altri soggetti ritenuti utili al raggiungimento dell'obiettivo della focus area, per favorire l'acquisizione efficace e sostenibile, da parte delle aziende, di diverse innovazioni rese disponibili dalla ricerca.

Per ulteriori informazioni sul progetto, visita il sito:
http://omega-modelliorganizzativiumbria.it/
Segreteria Capofila: +39 0757971056

Il PSR Umbria 2014-2020, con la sottomisura 16.1 sostiene la costituzione e il funzionamento dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura, e mira ad incentivare rapporti di cooperazione tra organismi di ricerca pubblici e privati, imprese agricole, agroalimentari e forestali (singole o associate), esperti.

La CIA UMBRIA SERVIZI all'impresa partecipa al progetto:

"AgreeGreen"

che risponde agli obiettivi della Focus Area 6 A "Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonché dell'occupazione attraverso progetti d'innovazione che, tra le altre, affrontino le questioni riguardanti le energie rinnovabili e la valorizzazione dei reflui e dei sottoprodotti dell'agricoltura; e la bioeconomia e la chimica verde".

Il progetto intende stimolare la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di nuove imprese nelle zone rurali, con particolare riferimento a quelle svantaggiate, basate sui principi della bioeconomia e dell'utilizzo sostenibile delle risorse agricole, agroalimentari e forestali e dei loro sottoprodotti e la creazione di una filiera virtuosa in grado da un lato di massimizzare i profitti e dall'altro ridurre al minimo l'impatto ambientale, ottimizzando ed efficientando il campo delle energie rinnovabili.

Inoltre, attraverso un'azione di cooperazione basata sull'integrazione dei processi di innovazione e ristrutturazione dei comparti agricoli e agroindustriali nel breve-medio periodo, si vuole stimolare l'apertura del comparto agricolo verso il mercato, in accordo con la filosofia di smartness, ovvero di condivisione, collaborazione ed integrazione, in piena coerenza con la focus area di riferimento e con le priorità produttive e sociali del territorio umbro.

Per ulteriori informazioni sul progetto, visita il sito:
www.agreegreenproject-umbria.it

Segreteria Capofila: +39-0758627924

CONSORZIO COOPERATIVO VIRGINIA TRADE – SOCIETÀ COOPERATIVA AGRICOLA - Capofila
VIVAIO IL BOSCO AZIENDA AGRICOLA
SOCIETÀ AGRICOLA VILLA FIBBINO SOCIETÀ SEMPLICE
AZIENDA VIVAISTICA REGIONALE (Umbraflor)
LUNGAROTTI SOCIETÀ AGRICOLA A R.L.
CONSORZIO FORESTALE LA FAGGETA
AGRIBOSCO S.R.L.
AZIENDA AGRICOLA CICOGNOLA DI BIOCCHETTI MIRCO
AZ. AGR. TREMI ADELE TENUTA BAGNARA
BONCOMPAGNI LUDOVISI ANDREA
BONCOMPAGNI LUDOVISI RONDINELLI VITELLI S.S. SOCIETÀ AGRICOLA
SOCIETÀ AGRICOLA SAN VINCENZO DI SANTINELLI GIANNI & GIORGIO SOCIETÀ SEMPLICE

LA SPESA IN CAMPAGNA SI TRASFERISCE PER DUE GIORNI A ROMA E FA IL PIENO DI VISITE: PRESI CONTATTI PER LE VACANZE ESTIVE E PER L'EXPORT

"La Spesa in Campagna" dell'Umbria va in città e fa tappa a Roma, in una due giorni di mercato, con una vetrina presso il Temporary Shop del CRA dell'Assicurazione Generali.
L'iniziativa fa parte di un accordo fra Cia nazionale e Assicurazioni Generali per ospitare ogni mese una regione d'Italia e offrire ai consumatori la possibilità di acquistare prodotti sani, genuini, direttamente dalle aziende agricole.
L'obiettivo è avvicinare il consumatore al produttore e favorire una "buona abitudine di spesa".
Martedì 16 e mercoledì 17 maggio scorsi, è stata la volta dell'Umbria che si è presentata, riscontrando "grande interesse", con 6 aziende: l'azienda agraria "Brandimarte" (con la lenticchia di Castelluccio, roveja, farro, formaggi da latte ovino); l'oleificio cooperativo "Il Progresso" (olio extra vergine di oliva); azienda agricola "Pioppi Sauro" (salumi); azienda agricola "Bittarelli" (con legumi e cereali secchi e trasformati, confetture e olio aromatizzato al limone); azienda "Il Forno di Monteleone d'Orvieto" (prodotti da forno); azienda agricola "Letizia Tiezzi" (olio, confetture, conserve vegetali, zafferano, fagiolina del Trasimeno).
Molti dei dipendenti dell'assicurazione, circa 2.000, hanno potuto apprezzare e conoscere le tipicità dell'Umbria; dall'altro, i produttori hanno creato contatti importanti, alcuni dei quali si sono concretizzati in accordi per l'export nazionale.
"La Spesa in Campagna è un progetto ambizioso – spiega il presidente di Turismo Verde dell'Umbria, Giampiero Rosati – che punta non solo a far conoscere le eccellenze d'Italia, ma anche a mostrare i luoghi di origine dei prodotti, quindi il territorio. Una promozione ad ampio raggio con ambasciatori i prodotti straordinari del cuore verde d'Italia. Tanto che l'iniziativa si è tradotta in una serie di contatti per le aziende agricole e per gli agriturismi dell'Umbria. In molti hanno espresso l'intenzione di trascorrere le prossime vacanze estive nelle nostre campagne".
Di "esperienza positiva" ha parlato una delle imprenditrici presenti all'evento, Letizia Tiezzi: "l'Umbria si è presentata con un paniere quasi completo delle sue produzioni. C'è stata molta gente, i prodotti sono stati apprezzati e c'è chi ha chiesto di replicare in autunno, così da offrire ulteriori primizie. Intendiamo ripetere e rafforzare l'iniziativa, magari trovando spazi adeguati anche nella nostra regione".
In generale, "La spesa in campagna" ha l'intenzione di "far volgere lo sguardo" dei cittadini verso le aree rurali, attraverso l'acquisto di prodotti agroalimentari tipici e di qualità. E' un'esperienza nuova, sia perchè si svolge a diretto contatto con l'agricoltore, sia perchè "l'andare in campagna" con l'aiuto del GPS, le aziende sono tutte georeferenziate, è facile e contribuisce alla conoscenza dei territori rurali e alla comprensione del legame prodotto-territorio-agricoltore. E' un'occasione per riscoprire il paesaggio circostante, le bellezze naturali e artistiche di cui l'Umbria è ricca. E, non da ultimo, il progetto garantisce prezzi equi correlati solo ai processi produttivi e non ai passaggi intermedi nella filiera.
In Umbria, le aziende che aderiscono alla Spesa in campagna sono un centinaio.

Perugia,18 maggio 2017

Pagina 1 di 62