La CIA-Agricoltori Italiani dell'Umbria, nell'ambito della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa' la cosa giusta! Umbria 2018, organizzerà una tavola rotonda per riflettere sul post sisma e per porre basi solide per il futuro delle comunità rurali. Il tema di quest'anno della manifestazione è proprio il "Protagonismo delle Comunità". In quest'ottica occorre disegnare politiche territoriali capaci di tener conto delle esigenze delle 'aree fragili', quelle con problemi di accesso e quindi di spopolamento e marginalizzazione proprio come quelle colpite dal Sisma 2016. La proposta della CIA è quella di progettare il territorio, con le sue interconnessioni aree urbane/campagna in maniera armonica ed equilibrata, riconoscendo che esiste un legame tra lo spazio dell'abitare, lo spazio delle attività produttive, le relazioni tra le persone, la capacità di costituirsi come comunità e come società, le relazioni con l'ambiente e con la natura e il benessere sociale. La creazione di una filiera agro-bio-edile, intesa come filiera di persone e competenze, è uno degli elementi per conseguire gli obiettivi globali di sviluppo sostenibile raggiungibili attraverso il protagonismo delle comunità.Slide1

Bartolini: "Non più rinviabili le azioni per risolvere le problematiche delle liquidazioni dei contributi da parte di AGEA"

Il Presidente regionale della CIA-Agricoltori Italiani Umbria, Matteo Bartolini, ha incontrato durante la giornata inaugurale del Salone del Gusto e Terra Madre a Torino, il Ministro Gian Marco Centinaio. L'incontro è stato occasione per ribadire le numerose problematiche legate alle liquidazioni dei contributi da parte di AGEA, che ormai da troppo tempo coinvolgono le imprese agricole umbre.
Matteo Bartolini ha denunciato le costanti inefficienze e le distorsioni di un sistema decisamente farraginoso e inefficiente dei pagamenti in agricoltura che sta fortemente penalizzando il settore primario in Italia e in Umbria in particolare, auspicando interventi concreti e operativi che mettano in condizione subito di liquidare i pagamenti accordati agli agricoltori beneficiari delle misure a superficie del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.
Nella nostra regione, infatti, sono molte le imprese agricole che attendono pagamenti delle misure a superficie del PSR dal 2015, bloccate da incomprensibili quanto ingiustificabili e assurdi ritardi.
"E' necessario - ha dichiarato Bartolini - un impegno coordinato e risolutivo di Ministero, Agea e Regione che consenta di riallineare velocemente a favore delle aziende umbre i pagamenti dei contributi pregressi per biologico, indennità compensativa, agroambiente, forestale e benessere animale".
Il Ministro Centinaio si è impegnato a risolvere le criticità riscontrate dalle aziende agricole in Umbria. "Ci aspettiamo – ha concluso Bartolini – che quanto promesso dal Ministro venga rispettato e non disatteso come spesso accaduto in passato. La Cia continuerà a vigilare sull'andamento della spesa del PSR e sullo stato di effettivo pagamento degli aiuti alle imprese agricole umbre".

Perugia, 21 settembre 2018

Anche quest'anno le Associazioni Pensionati Cia di Abruzzo, Lazio, Marche, Molise, Toscana, Umbria e Sardegna hanno organizzato la Festa Interregionale che si terrà a Fano negli ultimi due giorni di settembre.
Il programma molto ricco si articolerà con visite e degustazioni in azienda, momenti di divertimento e di svago ma anche momenti di forte impegno sociale.
Fano, città del carnevale regalerà panorami sublimi e grande ospitalità per chi ama i paesaggi marini ma anche per chi ama i colori e i profumi di una terra contadina.
Di particolare rilevanza il convegno "Pensioni, sanità, e servizi sociali" organizzato da Anp-Cia presso il teatro della Fortuna di Fano i cui temi come la sanità, il welfare e i servizi sociali saranno utili, a mettere in luce, ancora una volta le problematiche di una categoria spesso penalizzata con trattamenti economici insufficienti a condurre una vita decorosa dopo tanti anni di duro lavoro. Tra molti nomi noti al convegno interverranno anche il Presidente di ANP nazionale Alessandro del Carlo e il Presidente nazionale Dino Scanavino.
A seguire l'appuntamento domenica 30 settembre alla Rocca Malatestiana con la manifestazione conclusiva e l'intervento del Vicepresidente ANP Maurizio Di Zio.

pag21

Pagina 1 di 80
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di terze parti. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di profilazione. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Cliccando il bottone Ho capito, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali
Maggiori informazioni Ho capito