"LA REGIONE UMBRIA ANTICIPI I CONTRIBUTI AGLI AGRICOLTORI" E CHIAMA
ALL'UNITA' IL MONDO AGRICOLO

 

La Cia - Confederazione italiana agricoltori dell'Umbria - chiama a raccolta tutti gli agricoltori, invita alla massima unità in questa fase delicatissima per il mondo agricolo e lancia una proposta concreta e di immediata applicazione alla Regione affinché venga risolto definitivamente il problema Agea. Il presidente di Cia Umbria, Matteo Bartolini, nel prendere atto delle dichiarazioni di questa mattina dell'assessore Fernanda Cecchini lancia l'idea che "la Regione si attivi concretamente e funga da ponte fra gli agricoltori e Agea, anticipando, per il 2017, i contributi da erogare". E aggiunge che in questo momento "non ci sono schieramenti o bandiere, ma solo i diritti degli agricoltori da tutelare e salvaguardare". Noi stiamo dalla parte di chi produce cibo, lo stesso cibo che arriva sulle nostre tavole, di chi cura, conserva e tutela l'ambiente, di tutti coloro che ogni giorno, nonostante le difficoltà, si adoperano a portare avanti le proprie aziende, anche a fronte di vuoti economici che in questi periodi affliggono gli imprenditori.
Chiediamo al Governo regionale delle soluzioni immediate ed efficaci che possano fare da ponte e quindi anticipare l'erogazione dei fondi delle misure che gli agricoltori stanno aspettando da ormai troppo tempo da Agea.

In Umbria per conoscere e sostenere le imprese colpite dal terremoto

Il commissario Ue all'Agricoltura Phil Hogan ha visitato Norcia e la Valnerina, accompagnato da Beatrice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Phil Hogan, con la sua delegazione, è stato accolto dalla presidente della Regione Catiuscia Marini, dall'assessore regionale all'Agricoltura Fernanda Cecchini, dal prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro e dal sindaco di Norcia Nicola Alemanno.
Ad accompagnarlo nel giro tra le aziende agricole del territorio anche il presidente di Cia Umbria Matteo Bartolini.
"Sono rimasto molto impressionato dalla capacità di recupero degli agricoltori umbri -ha dichiarato il commissario Ue-. Hanno lavorato molto duramente per mantenere vive le loro attività nonostante gli effetti disastrosi del sisma".
Hogan ha ricordato che l'Europa ha già stanziato a favore del Centro Italia colpito dal terremoto 1,2 miliardi euro con il Fondo di solidarietà e che la Commissione Ue ha approvato, in aprile, un aiuto di Stato aggiuntivo pari a 44 milioni di euro.
"Lavoriamo perché la Banca europea degli investimenti possa mettere a disposizione altri fondi a favore degli agricoltori delle zone colpite dal sisma -ha aggiunto il commissario Ue- così che possano rimanere in queste terre e creare nuova occupazione giovanile".
Il Presidente della Cia dell'Umbria Matteo Bartolini, in passato Presidente del Consiglio Europeo dei Giovani Agricoltori (Ceja) ha espresso soddisfazione per il supporto della BEI nell'azione di ricostruzione anche perché lo strumento è frutto del lavoro svolto nel 2014 dal Ceja con il supporto della Presidenza di turno Italiana nel secondo semestre 2014. "L'auspicio - ha detto Bartolini - è di ridare speranza e forza ad un territorio simbolo dell'agroalimentare del centro Italia. La resilienza di quella popolazione merito tutto il nostro aiuto."

Perugia, 7 maggio 2018

La Cia-Agricoltori Italiani dell'Umbria nell'incontro a Palazzo Donini con i rappresentanti della Regione e di Agea ha denunciato le inefficienze e le distorsioni di un sistema farraginoso e inefficiente dei pagamenti in agricoltura che sta fortemente penalizzando il settore primario in Italia e in Umbria in particolare .
Nella nostra regione sono ancora centinaia le imprese agricole che attendono pagamenti delle misure a superficie del PSR dal 2015, bloccate da incomprensibili quanto ingiustificabili e assurdi ritardi.
La Cia nell'apprezzare l'incontro con il direttore di Agea Pagliardini promosso dalla Presidente Marini e dall'Assessore Cecchini e la volontà di far valere tutto il "peso politico-istituzionale" della Regione Umbria nel confronto "serrato" tra Organizzazioni professionali e Agea, ha auspicato interventi concreti e operativi che mettano in condizione subito di erogare i pagamenti accordati agli agricoltori beneficiari delle misure a superficie del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.
In particolare il Presidente della Cia dell'Umbria Matteo Bartolini ha chiesto l'immediata apertura in Regione di un ufficio dedicato di Agea per risolvere con il diretto supporto dei Centri di assistenza Agricola CAA delle Organizzazioni professionali, i casi incagliati da anni.
"Serve uno sforzo straordinario - ha dichiarato Bartolini- per riallineare velocemente a favore delle aziende umbre i pagamenti dei contributi pregressi di biologico, indennità compensativa, agroambiente e benessere animale ".
E' inoltre necessario - ha proseguito Bartolini- risolvere definitivamente le problematiche legate alla corretta gestione delle domande. Vanno fornite infatti procedure certe e garantite informazioni e visibilità piena dell'iter istruttorio delle pratiche ai tecnici dei CAA, per assicurare in tempo reale interventi correttivi in caso di anomalie sanabili.
Intervenute per conto di Cia, anche le imprenditrici Giuseppina Gioglio e Paola Alberti, che hanno sottolineato come il problema del ritardo dei pagamenti, stia mettendo in ginocchio numerosissime aziende, che in mancanza di liquidità sono dovute ricorrere, a costose anticipazioni bancarie vista anche l'attuale difficoltà di mercato dei prodotti, i bassi prezzi all'origine e i costi elevati di produzione . Le stesse imprenditrici hanno dichiarato che tutte le azioni messe in campo dalla Regione e dai Gal con il PSR per sostenere gli investimenti delle Aziende e promuovere il territorio e le produzioni di eccellenza del made in Umbria, se non si sbloccano velocemente i pagamenti, rischiano di essere vanificate da una costante quanto insostenibile sofferenza economica e finanziaria che ingessa le imprese.
Il direttore di Agea Pagliardini, nel suo intervento finale, ha accolto la proposta di Cia e si è impegnato ad istituire un ufficio Agea dedicato in Umbria, "l'auspicio – ha concluso Bartolini – è che quanto promesso venga rispettato e non disatteso come spesso accaduto in passato, quello che è certo - ha poi ribadito Bartolini- è che la Cia continuerà a vigilare sull'andamento della spesa del PSR e sullo stato di effettivo pagamento degli aiuti alle imprese agricole umbre".

Perugia, 4 maggio 2018

Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di terze parti. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di profilazione. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Cliccando il bottone Ho capito, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali
Maggiori informazioni Ho capito